Vino bianco fermo

Un vino bianco fermo non è né frizzante, né spumantizzato. Non deve, dunque, contenere anidride carbonica. L’altra caratteristica da tenere presente è la gradazione alcolica: sempre tra l’8% ed il 15%.

Il fatto che un vino fermo debba non presentare alcuna effervescenza obbliga a tenere conto anche del rischio che ci siano uve che non garantiscono questa peculiarità. Questo rende fondamentale il processo di selezione della materia prima.

Alcune uve, al di là delle procedure che si mettono in atto, possono generare prodotti naturalmente frizzati. Un esempio è il Lambrusco, ma se ne possono citare anche altri dove la materia prima è facilmente spumantizzabile come nel caso dello Chardonnay.

I vini bianchi fermi sono, in genere, ottenuti tramite la vinificazione che ha come materia prima le uve di vitigni a bacca bianca. Quando, perciò, ci si chiede come riconoscere un vino bianco fermo la risposta è semplice: non deve avere bollicine.

I vini bianchi fermi della nostra cantina

La selezione delle uve, il rispetto dalla tradizione e l’opportuno utilizzo dell’innovazione rendono la proposta di Corte Bacaro in grado di offrire prodotti che sono tra i migliori vini bianchi sul mercato.

Tai I.G.P. Trevenezie

Vino bianco fermo fruttato. È vinificato in serbatoi d'acciaio a temperatura controllata con lieviti selezionati, ha un aroma che ricorda i fiori bianchi di campo. Lo contraddistingue un delicato gusto mandorlato: discreto, ma percepibile. Va bene con antipasti magri, primi piatti leggeri e pesce.

Lison Classico D.O.C.G

Un vino bianco veneto fermo che viene prodotto dopo una preliminare fase di accurata selezione dei grappoli, a cui seguono una breve macerazione e la vinificazione. Ha un tipico gusto di mandorla, delicato ma tangibile. Ideale per primi piatti leggeri e cibi a base di pesce.

Chardonnay I.G.P. Trevenezie

Annoverato tra i migliori vini bianchi fermi sul mercato, si fa apprezzare per la sua piacevole freschezza gustativa. Si accompagna bene con tutto e risulta riconoscibile per le note di frutta tropicale che ne contraddistinguono l'aroma. Ha un perlage fine e poco persistente.

Pinot Grigio D.O.C. Venezia

Si tratta di un vino bianco fermo dal corpo fresco, prodotto dopo un'esigente selezione di uve bianche. È un vino di personalità rientra tra i migliori vini bianchi fermi  per pesce e pietanze derivate.

I migliori abbinamenti con il vino bianco fermo

Il vino bianco fermo, soprattutto se secco, va aperto circa trenta minuti prima di essere degustato. Questo farà sì che il prodotto possa sprigionare i suoi profumi più caratterizzanti.

Vanno serviti ad una temperatura tra gli 8 ed i 10 gradi centigradi qualora si tratti di vini bianchi fermi leggeri. Si sale fino alla fascia 12-14°C per quelli più corposi.

I vini bianchi fermi, tendenti ai toni minerali, hanno un abbinamento ideale con crostacei e molluschi. Quelli più fruttati vanno molto d'accordo con carni bianche e risotti. Quelli che richiamano un aroma floreale si sposano bene con i piatti a base di pesce, preferibilmente dal sapore delicato.

L'offerta di Corte Bacaro è ampia e in grado di soddisfare ogni gusto. Sono disponibili per la scelta tutte le tipologie di vino bianco fermo. Chi cerca, ad esempio, un vino bianco fermo fruttato potrà scegliere il Tai, chi desidera un vino bianco fermo vellutato può optare per il Lison. La varietà consente di poter trovare sempre l’abbinamento giusto.

Vino bianco fermo per aperitivo: quale scegliere?

Il Tai è, ad esempio, un vino bianco fermo ideale per essere utilizzato negli aperitivi. La possibilità di abbinarsi perfettamente con il pesce, e soprattutto con i risotti, rende particolarmente apprezzato qualsiasi affiancamento con sapori che richiamano il mare e si sposino con la delicata sapidità del Tai.

Il Lison è un altro vino bianco molto apprezzato per l'aperitivo, anche perché il suo abbinamento preferenziale è quello con antipasti di pesce o di carni bianche. Il fatto che vada servito fresco, ad una temperatura tra i 10 ed i 12 gradi, è un altro motivo che lo rende adatto a chi vuole godersi una bevuta pomeridiana.

Non ci sono, invece, dubbi sul fatto che nell'immaginario collettivo lo Chardonnay sia il vino bianco fermo per aperitivo più desiderato. Va molto bene con dei taglieri di formaggi o creme (ad esempio di gamberetti) che spesso si trovano nelle offerte più ricercate degli happy hour.

Affettati, antipasti a base di pesce e insalate marine, ma anche formaggi, omelette, funghi. Sono la controparte naturale di un'unione con un altro vino bianco fermo, il Pinot grigio.

Il nostro team di esperti è a tua disposizione per qualsiasi informazione sulla nostra selezione di vino bianco fermo!

Corte Bacaro Vini
Corte Bacaro Vini

Società Agricola
Corte Bacaro di Bellia & C. ss

Indirizzo: Via Santa Elisabetta di Summaga, 49
30026 - Summaga di Portogruaro (VE)

Telefono: + 39 0421 1885794

P.IVA IT04240590275