Cos’è il tappo a vite Stelvin?

Cos’è il tappo a vite Stelvin?

Il mondo del vino va abbracciato fino in fondo: se lo si affronta solo in superficie si perde gran parte della sua bellezza. Cosa intendiamo?

Ci riferiamo al fatto che è un peccato limitarsi alla selezione per l’acquisto, quando sono tanti altri gli aspetti da approfondire e conoscere prima del consumo, e certamente anche dopo. Un classico riguarda la chiusura di una bottiglia di vino: tappo di sughero? Tappi Stelvin? Ora facciamo chiarezza.

Iniziamo da cosa è lo Stelvin: si tratta di un tappo a vite inventato e realizzato negli anni Settanta interamente in alluminio, che consente di sigillare perfettamente una bottiglia aperta come fosse ancora integra; sigilla l’apertura della bottiglia e avvolge anche l’estremità del collo adiacente ad essa. Soprattutto, oltre a preservare la freschezza del vino e le sue proprietà organolettiche, non permette la graduale ossidazione del vino.

Si può garantire lo stesso risultato con un tappo di sughero? Purtroppo no, ma arriveremo a spiegarti tutto.

Indice[Hide]

 

 

 

 

Tappo di sughero e tappo Stelvin: differenze e vantaggi

Riassumiamo differenze e vantaggi tra sughero e Stelvin. Sono ancora parecchi i membri della “vecchia scuola” affezionati al tappo di sughero – in fondo, questa tipologia di tappo è piuttosto antica… tuttavia, l’età può giocare brutti scherzi.

  • Il tappo di sughero influenza odori e note, e fa provare sempre una certa emozione nel momento in cui si stappa. Il tappo di sughero può contaminarsi e frantumarsi, il tappo a vite invece no;
  • il tappo di sughero esalta il momento conviviale dell’apertura del vino, diversamente, il tappo Stelvin è una scelta tecnica e razionale;
  • è impossibile che un tappo a vite rovini i sentori organolettici del vino, mentre è frequente che un vino “sappia di tappo” nel caso del sughero;
  • il tappo di sughero subisce tempo e temperature, il tappo a vite si mantiene stabile;
  • le tempistiche di “respiro” di cui alcuni vini necessitano prima del consumo sono più elevate se si usa un tappo a vite, estremamente sigillante

I tappi Stelvin sono adatti a ogni vino?

La verità è che per ogni tipologia di vino c’è tutto un universo a sé, ma è anche vero che il tappo a vite sia adatto a tutti i vini dal bianco giovane al rosso maturo. La caratteristica che rende questo tappo una scelta eccellente è, come visto, la sua capacità di preservare il vino: il massimo cui si può aspirare se si tratta di vini bianchi o rossi giovani, magari anche mossi. Se hai un rosso corposo e ricco di tannini, devi invece sapere che necessiterebbe di una minima ossigenazione anche da chiuso: esistono tappi Stelvin con micro canali per consentire questo processo.

Modelli di tappo a vite Stelvin

Nell’immaginario collettivo, il classico tappo in sughero è grezzo e sinonimo di vino casalingo: lo Stelvin è al contrario elegante e quando applicato rende la struttura del collo di una bottiglia di vino simile a quanto era ancora sigillata. I principali modelli di Stelvin sono due: prefilettati e con filettatura interna.

Quando scegliere il tappo Stelvin e quello in sughero?

I tappi Stelvin sono da scegliere per ogni bottiglia di vino (o acqua, o olio di oliva) che dev’essere conservata nella maniera ottimale, soprattutto nel momento in cui non si hanno cantinette. Questa tipologia di tappo aiuta molto sia per quanto riguarda la struttura del vino, sia per quanto riguarda le sue proprietà organolettiche.

Ad ogni modo Corte Bacaro da sostenitrice del tappo Stelvin per via di quanto descritto, per alcuni vini utilizza ancora il tappo in sughero in quanto favorisce l’evoluzione del vino stesso, soprattutto nel caso di vini rossi corposi con acidità elevate, destinati a maturare ed evolvere nel tempo.

Corte Bacaro Vini
Corte Bacaro Vini

Società Agricola
Corte Bacaro di Bellia & C. ss

Indirizzo: Via Santa Elisabetta di Summaga, 49
30026 - Summaga di Portogruaro (VE)

Telefono: + 39 0421 1885794

P.IVA IT04240590275