Come si versa il vino nel calice o in un decanter: tutto quello che devi sapere!

Come si versa il vino nel calice o in un decanter: tutto quello che devi sapere!

Come si serve il vino nel calice? Come versare il vino nel decanter? Leggi il nostro articolo e scopri le tecniche ed i segreti per valorizzare ogni singola goccia della tua bottiglia preferita! 

Per servire correttamente i propri commensali sono previste regole precise attraverso gestualità fondamentali e piccole accortezze che possono esaltare aromi e sapori favorendo una vera esperienza sensoriale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Partiamo dalle basi: come si tiene una bottiglia di vino ed il calice

Manipolare in modo corretto la bottiglia di vino è il primo step per preservarne integrità e aromi, garantendo così una perfetta esperienza degustativa. 

La prima precauzione da adottare è evitare di afferrare la bottiglia per il collo, poiché il calore delle mani potrebbe influire sulla temperatura del vino

Come si tiene il calice di vino? Anche il calice deve essere impugnato dal gambo per le stesse ragioni sopra menzionate.

Questi semplici gesti aiutano a mantenere la corretta temperatura del vino senza alterarne le proprietà naturali. 

Altre raccomandazioni prevedono che il collo della bottiglia non tocchi il bordo del bicchiere e che, per evitare di macchiare la tovaglia della tavola, si ricorra all’aiuto di un tovagliolo di cotone quando si versa il vino! 

Inoltre, quando si riempie un calice, i migliori sommelier raccomandano una corretta postura: posizionandosi alla destra dei commensali, tenendo la mano sinistra dietro la schiena e sollevando la bottiglia orizzontalmente con la mano destra, senza, ovviamente, coprire l’etichetta. 

 

Come e dove aprire la bottiglia di vino: i consigli degli esperti

Aprire una bottiglia di vino è una vera arte, un rituale che profuma di eleganza e tradizione e che prevede alcuni passaggi specifici.

Ecco i nostri consigli: anzitutto la bottiglia deve sempre essere aperta in prossimità di una superficie stabile, sul tavolo da pranzo oppure su un bancone.

Utilizzare un cavatappi di qualità e pulito è importante perché aiuta ad incidere correttamente la capsula di alluminio che avvolge il tappo.

L’incisione deve essere effettuata in prossimità della baga, o cercine, ovvero la sporgenza visibile nella parte più alta del collo della bottiglia. 

È bene posizionare il cavatappi nel punto più centrale del tappo assicurando che la spirale sia collocata perfettamente al centro. 

La bottiglia deve sempre essere tenuta verticalmente, con una mano sotto il collo e l’altra sul cavatappi che va ruotato in senso orario con una pressione costante verso il basso. 

È possibile ultimare l’estrazione del tappo ruotandolo delicatamente, così da garantire un’apertura elegantemente silenziosa.

Un’ulteriore raccomandazione: ruotando in modo delicato il tappo si evita la rottura accidentale dello stesso e la caduta di pezzi di sughero all’interno della bottiglia. 

 Come aprire bottiglia vino

Versare il vino in un calice: consigli pratici da seguire

Abbiamo visto in precedenza come la corretta impugnatura di un calice mantenga le naturali proprietà del vino.

Ma come si versa il vino nel calice? Si raccomanda sempre di inclinare il calice a 45° versando il vino lungo il lato del bicchiere per preservare aromi e profumi.

Ricorda che il vino spumante o frizzante, per esempio, andrebbe versato lentamente, così da evitare che la spuma esca dal calice, macchiando la tovaglia e le mani di chi lo sta bevendo. 

 

Quale bicchiere utilizzare

La scelta del calice errato potrebbe influenzare negativamente la degustazione, per questo motivo è importante non sbagliare! 

I vini rossi richiedono calici ampi e sono caratterizzati da forme morbide, caratteristica che permette di esporre al massimo all’aria i vini più complessi e, quindi, di esaltare gli aromi. 

Il vino bianco vuole invece calici dalla forma più stretta che permettono di mantenere la freschezza e concentrare gli aromi. 

Lo champagne vede l’iconico flûte, che preserva bollicine ed aromi, mentre i vini dolci da dessert preferiscono bicchieri piccoli a forma di tulipano.

Porto o liquori vogliono bicchieri di piccole dimensioni che aiutano a concentrare i sapori particolarmente intensi.

Ricorda: non utilizzare mai lo stesso calice per servire due tipologie differenti di vino!

 

Quanto vino versare in un calice?

La quantità di vino da versare all’interno del bicchiere dovrebbe sempre essere pari a circa un terzo dell’altezza del calice.

Evitare di riempire il bicchiere permette di lasciare spazio per apprezzare i profumi!

Quanto vino versare in un calice

La temperatura di servizio del vino 

La temperatura di servizio dipende dalla tipologia di vino

  • il vino rosso richiede una temperatura ottimale di 16/18°C; 
  • i bianchi e rosati 12°C, gli spumanti 8/10°C; 
  • i passiti e i vini liquorosi vogliono una temperatura che oscilli tra gli 8°C ed i 14°C; 
  • infine gli Orange Wine tra i 14 e i 16°C.

 

Spumanti e bollicine come usare correttamente la glacette

La glacette gioca un ruolo fondamentale nella degustazione dei vini che vanno serviti freddi.

Anzitutto si raccomanda sempre di raffreddare la bottiglia prima di riporla nella glacette, dove lasciarla per un massimo di trenta minuti (un periodo prolungato nel ghiaccio potrebbe compromettere il gusto).

Prima di versare il vino nel calice, asciuga attentamente la bottiglia e, dopo il servizio, riponila all’interno della glacette, posandovi sopra lo stesso tovagliolo utilizzato per asciugarla. 

Questo gesto non solo mantiene la presentazione elegante agli occhi del commensale, ma evita anche che residui d'acqua sulla bottiglia o sul tovagliolo, raggiungendo l’interno del calice, influiscano sulla qualità del vino.

Le bottiglie non vanno capovolte all’interno della glacette, perché?

Anzitutto immergere il collo della bottiglia potrebbe compromettere la qualità del vino, secondariamente l’etichetta, importante per identificare il vino e la sua provenienza, potrebbe subire danni.

Ricordiamo di evitare di agitare una bottiglia di spumante o vino frizzante. In caso di un'agitazione accidentale, si consiglia di riporre la bottiglia in ambiente fresco per almeno 30 minuti prima dell'apertura.

 

Come versare il vino in un decanter

Il decanter è utile per fare ossigenare il vino e liberare profumi caratteristici che rendono l’esperienza di degustazione memorabile. 

Non occorre decantare tutti i vini, in seguito vedremo quali.

Come utilizzare il decanter?

  1. Posizionare, innanzitutto, la bottiglia in modo verticale qualche ora prima del consumo così da permettere ad eventuali sedimenti di depositarsi sul fondo.
  2. È opportuno versare il vino in modo lento evitando così che i sedimenti raggiungano i bicchieri e vengano ingeriti accidentalmente dai commensali.
  3. Una volta versato il vino, prima di procedere con la degustazione, occorre attendere un tempo variabile in base alla tipologia del vino.

Per i vini di rilevanza o che hanno subito un prolungato processo di invecchiamento, il periodo di decantazione può estendersi per diverse ore. Al contrario, per quelli invecchiati per un breve periodo, poche ore risultano sufficienti per liberare profumi e aromi.

Esistono due motivi principali per cui è necessario attendere: 

  • Per consentire al vino di respirare: la decantazione espone il vino all'ossigeno, che aiuta ad aprirne i sapori e gli aromi. Tuttavia, troppo ossigeno può anche far sì che il vino abbia un sapore piatto e ossidato. Il tempo necessario varierà a seconda del vino, ma in genere è buona norma dargli almeno 30 minuti o un'ora.
  • Per far depositare il sedimento: I vini rossi più vecchi, in particolare, spesso contengono sedimento, che è un deposito di solidi del vino che si è depositato sul fondo della bottiglia nel tempo. Se si versa un vino con sedimento nei bicchieri, il sedimento li renderà torbidi e conferirà loro un sapore sgradevole. Per evitare ciò, è sempre consigliabile scuotere delicatamente il vino nel decanter per aiutare il sedimento a depositarsi sul fondo. 

Come versare vino in decanter

Tempi di decantazione del vino

 

Tipo di vino 

Tempo di decantazione

Vini rossi giovani

Generalmente da 30 minuti ad 1 ora

Vini rossi più vecchi

Generalmente 1-2 ore

Vini bianchi

Generalmente 15-30 minuti

Spumanti e bollicine

Non è necessario decantarli

Porto e Sherry

Non è necessario decantarli

 

Come si versa il vino: ecco cosa non fare!

Il mondo del vino e della degustazione ha davvero infinite sfaccettature ed è sovente inciampare in errori grossolani che possono davvero rovinare l’esperienza di assaggio.

Ecco cosa non devi assolutamente fare quando servi il vino:

  • non tenere conto della temperatura di servizio in base alla tipologia di vino;
  • Tenere la bottiglia dal collo e il calice dal corpo;
  • Far decantare troppo o troppo poco il vino;
  • Utilizzare lo stesso calice per servire due tipologie differenti di vino;
  • Servire vino dalla glacette senza asciugare la bottiglia
  • Capovolgere la bottiglia nella glacette quando terminata.

Seguire con attenzione le raccomandazioni di Corte Bacaro garantisce un ‘esperienza di degustazione memorabile, che sia soli, sul divano di casa, davanti al camino acceso, in veranda oppure in occasione di eventi mondani importanti, con amici o colleghi di lavoro!

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

Corte Bacaro Vini
Corte Bacaro Vini

Società Agricola
Corte Bacaro di Bellia & C. ss

Indirizzo: Via Santa Elisabetta di Summaga, 49
30026 - Summaga di Portogruaro (VE)

Telefono: + 39 0421 1885794

P.IVA IT04240590275